“Ti ameremo senza tempo”: la struggente lettera dei genitori di Sofia, uccisa da un ex collega

“Ti ameremo senza tempo”: la struggente lettera dei genitori di Sofia, uccisa da un ex collega

Fatale il colpo di pistola sparato dalla pistola di ordinanza dell’ex comandante dei Vigili Giampiero Gualandi, 63 anni


ITALIA – “Ti ameremo senza tempo”. Una frase che arriva dritta al cuore e che non lascia spazio ad alcuna interpretazione. Fa parte di un biglietto lasciato insieme ad un mazzo di fiori dai genitori di Sofia Stefani, 33enne ex vigilessa ammazzata da un colpo di pistola sparato dalla pistola di ordinanza dell’ex comandante Giampiero Gualandi, 63 anni, attualmente in carcere.

Carissima Sofia, nostra unica figlia e amata compagna, dove sei ora? Dopo essere stata violentemente costretta ad abbandonare la vita che generosamente e spassionatamente amavi. Sappi che l’amore da cui sei nata perdura e continua a crescere anche nella insopportabile cornice della tua scomparsa. Una vita intensa ma breve la tua, capace di gioire, amare, forse disprezzare, ma non di odiare. Una vita la cui assenza, per chi l’ha intrecciata a sé, è incolmabile. Sarai sempre con noi e ti ameremo senza tempo“.

L’ex comandante si era sin da subito difeso parlando di un colpo accidentale. Ma la sua versione su quanto accaduto il 16 maggio scorso non convince gli inquirenti. La strada è quella che porta ad una storia tra i due controversa e sulla quale forse uno dei due, pare l’uomo, volesse mettere una pietra sopra. Le indagini proseguono: gli investigatori stanno tentando di dare risposta ai tanti interrogativi sulla vicenda.