Tragedia ad Amsterdam, risucchiato dal motore di un aereo Klm: aperta un’inchiesta

Tragedia ad Amsterdam, risucchiato dal motore di un aereo Klm: aperta un’inchiesta

Città sotto choc per i fatti accaduti all’aeroporto di Schiphol


AMSTERDAM (OLANDA) – Nella giornata di ieri, mercoledì 29 maggio, si è verificata una tragedia all’aeroporto Schiphol di Amsterdam. Nello specifico, sul piazzale all’esterno, mentre il volo KL1341 della Klm era pronto a partire per Billund in Danimarca, una persona è morta dopo essere stata risucchiata dalla turbina di un aereo. 

Nella circostanza, i passeggeri sono stati fatti scendere dall’aereo ed è stata aperta un’indagine sul caso. Il velivolo coinvolto è un jet Embraer a corto raggio, utilizzato dal servizio Cityhopper di Klm.

Choc a Schiphol, il caso

I principali quotidiani della nazione, tra cui De Telegraaf, hanno riportato la notizia in prima pagina scrivendo che lo scalo ha posto diverse bandiere olandesi a mezz’asta davanti all’ingresso principale della struttura.

Oggi a Schiphol si è verificato un incidente durante il quale una persona è finita nel motore di un aereo in funzione”, ha scritto la compagnia di bandiera olandese Klm in una nota, aggiungendo che “purtroppo la persona è morta“.

Restano inoltre molti interrogativi sui fatti accaduti ieri. Al momento non è chiaro se la vittima – di cui non si conosce il sesso e l’identità – fosse un passeggero o un dipendente dello scalo. Potrebbe dunque essersi trattato di un suicidio, di un incidente sul lavoro oppure di una tragedia che ha coinvolto un passeggero.