61enne di Cardito accusato di molestie su minore viene assolto a tre anni dalla condanna

61enne di Cardito accusato di molestie su minore viene assolto a tre anni dalla condanna

Dopo tre anni di processo bis, l’uomo è stato assolto dalla Corte d’Appello di Napoli “perché il fatto non sussiste”


NAPOLI – È stato assolto dalla Corte d’Appello di Napoli “perché il fatto non sussiste” il 61enne di Cardito, che nel gennaio 2020 era stato condannato a nove anni di reclusione e a un anno di misura di sicurezza dal Tribunale partenopeo per abusi sessuali su un minorenne. L’uomo era stato arrestato nel luglio 2018 dalla Squadra mobile, che aveva condotto le indagini sotto la supervisione della procura di Napoli nord.

Secondo l’accusa, che oggi i giudici di secondo grado hanno ritenuto infondata, il sessantunenne avrebbe indotto un minore con disturbi psicologici a compiere e subire atti sessuali mentre l’adolescente era affidato a una comunità di cui l’imputato era rappresentante legale. “Finalmente giustizia è stata fatta,”- il commento dell’avvocato Giovanni Carlo Esposito, che ha difeso l’imputato. Esposito, insieme al consulente tecnico Giuseppe Sartori, ha “ribaltato le risultanze investigative, smantellando le infamanti accuse e le consulenze psicodiagnostiche.”

L’avvocato ha sottolineato come la pubblicazione della vicenda sui media all’epoca abbia “leso la dignità dell’uomo, dell’imprenditore e soprattutto gli affetti e i legami familiari.” Ora, però, la Corte d’Appello, “dopo un processo bis durato tre anni e a seguito della rinnovazione dell’istruttoria, ha saputo riconoscere la verità.”