Annegò il figlio di 2 anni, nessuna struttura la vuole: trasferita in un ospedale psichiatrico

Annegò il figlio di 2 anni, nessuna struttura la vuole: trasferita in un ospedale psichiatrico

Dopo il “no” di strutture sanitarie e familiari, ad Adalgisa Gamba tolta anche la libertà vigilata


TORRE DEL GRECO – Era il 2 gennaio del 2022 quando Adalgisa Gamba uccise il figlioletto di appena 2 anni annegandolo in mare a Torre del Greco. Aveva diagnosticato al piccolo l’autismo, senza consultare medici ma soltanto facendo ricerche su internet. La donna è stata giudicata non in grado di intendere e di volere ma, dopo l’assoluzione per vizio totale di mente, non ci sono strutture sanitarie né familiari disposti ad accoglierla e accudirla.

Per la 42enne torrese, dunque, dopo la scarcerazione, arriva la revoca della misura della libertà vigilata e il contestuale dispositivo di trasferimento in un ospedale psichiatrico giudiziario in regime di Rems, in assenza anche di alternative (familiari o altri soggetti). Accolta così la precedente richiesta della Procura di Torre Annunziata: la donna verrà trasferita in un ospedale psichiatrico giudiziario, dove verrà sottoposta alle specifiche cure delle quali necessita.