Bloccata in un parcheggio e violentata: si indaga per individuare l’aggressore

Bloccata in un parcheggio e violentata: si indaga per individuare l’aggressore

Alcune analisi riguardano eventuali tracce biologiche individuate sugli abiti della vittima, che potrebbero far risalire al patrimonio genetico dell’aggressore


Proseguono senza sosta le indagini dei carabinieri di Pordenone per risalire all’autore della violenza sessuale subita da una ventenne la notte tra sabato e domenica. Secondo una ricostruzione, la vittima, che lavora in zona, stava raggiungendo il parcheggio dove aveva lasciato l’auto, quando è stata avvicinata da un uomo che l’ha bloccata e ha abusato di lei.

A quasi una settimana dall’aggressione, gli investigatori stanno ancora incrociando i filmati della video sorveglianza per cercare di cogliere qualche dettaglio utile. La zona è dotata di numerosi dispositivi sia pubblici sia privati. Le indagini proseguono nel più stretto riserbo e le verifiche riguardano anche i giorni precedenti la violenza nell’ipotesi, tutta da confermare, che l’assalitore possa aver pedinato la vittima.

Altre analisi riguardano eventuali tracce biologiche individuate sugli abiti della vittima, che potrebbero far risalire al patrimonio genetico dell’aggressore.