Chiede la droga e al rifiuto aggredisce un giovane con una bottiglia di vetro, arrestato srilankese

Chiede la droga e al rifiuto aggredisce un giovane con una bottiglia di vetro, arrestato srilankese

Il cittadino srilankese è stato arrestato per il delitto di lesioni aggravate


LOMBARDIA – La notte di domenica 09 giugno, intorno alle ore 03.10, è giunta alla Centrale Operativa della Questura di Monza e della Brianza una chiamata di emergenza che segnalava la presenza, nei pressi di un bar di Monza, di un ragazzo disteso a terra e ricoperto di sangue a seguito di una violenta lite tra ragazzi.

Giunti sul posto, gli equipaggi della Polizia di Stato della Questura di Monza e della Brianza hanno proceduto nell’immediato alla ricostruzione del fatto e alla ricerca del presunto colpevole.

L’aggressione

Poco prima, mentre la vittima si era fermata nei tavolini del bar per consumare una birra con gli amici, si avvicinava improvvisamente al gruppo un giovane cittadino straniero che chiedeva loro se avessero della sostanza stupefacente da cedergli.

Tuttavia, alla risposta negativa di uno dei ragazzi, il presunto aggressore si era allontanato per poi tornare qualche istante dopo per chiedere di poter comprare un diverso tipo di sostanza stupefacente e, all’ennesima risposta negativa, ne scaturiva una violenta lite.

Durante il litigio, tutto d’un tratto il cittadino straniero raccoglieva una bottiglia di birra e, una volta rotta a terra, aggrediva il giovane ragazzo dapprima puntandogliela all’altezza del viso per poi successivamente colpirlo con veemenza e plurimi colpi alla schiena in modo deciso e fulmineo. Non contento, l’aggressore, nuovamente allontanatosi, tornava sul luogo del fatto con una mazza da baseball in ferro cercando di colpire ancora la vittima, per poi darsi definitivamente alla fuga.

Dalle prime informazioni raccolte, gli equipaggi della Polizia di Stato sono riusciti a risalire alle generalità dell’aggressore, un 26enne srilankese regolare sul territorio nazionale, e rintracciato presso l’abitazione, si trovava il corrimano e il campanello sporchi di sangue e l’aggressore con ancora evidenti macchie di sangue sulle mani e sui vestiti.

Per i fatti accaduti nella mattina del 09.06.2024, l’uomo è stato arrestato per il delitto di lesioni aggravate e posto a disposizione della Procura della Repubblica di Monza per l’udienza di convalida dell’arresto al termine del quale l’arresto è stato convalidato ed è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora con permanenza domiciliare nelle ore notturne.