Da Giugliano al Vulcano Buono per rubare auto: interviene la Union Security e sventa il furto

Da Giugliano al Vulcano Buono per rubare auto: interviene la Union Security e sventa il furto

L’auto è stata intercettata, i malviventi sono scappati a piedi: carabinieri sulle loro tracce


NOLA – Una segnalazione arrivata da Giugliano. Un’auto sospetta, con a bordo almeno tre persone, intenta a girare tra le altre auto in sosta nei parcheggi dei centri commerciali per commettere furti. Di auto o, come noto, all’interno delle stesse. Una comunicazione in tempo reale, la macchina della sicurezza che si mette immediatamente moto e che consente di evitare il furto. È la sintesi di quanto accaduto al Vulcano Buono, centro commerciale di Nola, dove gli operatori della Union Security Spa, grazie alla collaborazione con altri colleghi in servizio a Giugliano, sono riusciti ad impedire che i malviventi mettessero in atto il loro intento criminoso.

La sala operativa, infatti, ha prontamente inserito nella “black list” la targa dell’auto segnalata che, circa un’ora dopo, si è presentata al varco dei parcheggi del Vulcano Buono. Il sistema operativo in dotazione alle guardie giurate in servizio al centro commerciale di Nola ha fatto scattare l’alert consentendo di intercettare l’auto. A quel punto i malviventi, dopo aver notato le auto di servizio sulle loro tracce, prima hanno accelerato provando a scappare ma poi, vedendosi bloccati, hanno abbandonato la loro auto proseguendo la loro fuga a piedi, scavalcando una recinzione, e facendo perdere le loro tracce. Dalle registrazioni gli operatori Union Security avrebbero poi verificato la presenza di un’altra auto, anch’essa prontamente segnalata alle forze dell’ordine, utilizzata probabilmente per la fuga nelle aree circostanti. Poco dopo, i controlli sull’auto abbandonata e la scoperta dei carabinieri allertati dalle guardie giurate: all’interno della stessa sarebbero stati trovati passamontagna e attrezzi da scasso, tutto l’occorrente, insomma, per mettere a segno nuovi colpi, colpi questa volta sventati grazie alla prontezza degli operatori e alla collaborazione tra gli stessi.

Sul posto le forze dell’ordine che hanno effettuato degli specifici rilievi sull’auto e avviato le indagini per risalire all’identità dei responsabili.