Giugliano, catturando del clan rintracciato e arrestato sull’Asse Mediano: era con la famiglia

Giugliano, catturando del clan rintracciato e arrestato sull’Asse Mediano: era con la famiglia

Il 45enne è stato sorpreso ieri sera sull’Asse Mediano, all’altezza di ponte riccio in località Varcaturo


VARCATURO/GIUGLIANO – Lo scorso 7 giugno l’ufficio esecuzioni penali della procura generale di Napoli aveva emesso un ordine di carcerazione nei suoi confronti.

Il provvedimento sanciva una pena di 9 anni di reclusione per associazione di tipo mafioso, ma lui la pensava diversamente e si era reso irreperibile. Parliamo di Davide Tucci, 45enne di Grumo Nevano, ritenuto elemento contiguo al clan Aversano, operante nei comuni di Grumo Nevano, Casandrino e zone limitrofe.

Ieri sera, dopo continui e incessanti indagini, i Carabinieri della sezione operativa della compagnia di Giugliano lo hanno rintracciato e arrestato. Pedinamenti, Web patrolling e analisi dei sistemi di videosorveglianza hanno permesso ai Carabinieri di individuare l’uomo.

Il 45enne è stato sorpreso, verso le 21, mentre viaggiava sull’Asse Mediano all’altezza di ponte riccio in località Varcaturo. L’auto era guidata dalla moglie del catturando e sui sedili posteriori c’erano anche i loro due figli minori.

Il dispositivo dell’Arma ha “agganciato” la famiglia e il buonsenso da parte di tutti ha reso possibile che nessuno fosse messo in pericolo. Tucci non ha opposto resistenza e, arrestato, è stato trasferito nel carcere di Napoli Secondigliano.