Giugliano, clan Mallardo: resta in carcere il boss “Mimì ‘o pesante”

Giugliano, clan Mallardo: resta in carcere il boss “Mimì ‘o pesante”

La revoca della misura restrittiva relativamente ad un procedimento per un vizio formale, non comporterà la liberazione


GIUGLIANO – Contrariamente a quanto fatto trapelare alla stampa dai suoi avvocati, Pirozzi Domenico alias “Mimì ‘o Pesante” resta in carcere. La revoca della misura restrittiva relativamente ad un procedimento per un vizio formale, non comporterà la liberazione del boss che resta comunque ristretto in carcere.

‘O Pesante, è tutt’ora ritenuto dagli inquirenti organizzatore ed esponente apicale dell’associazione per delinquere denominata “Clan Mallardo”.

La sua lunga carriera criminale inizia con le rapine a mano armata nelle banca e negli istituti postali, per la sua spietatezza viene poi notato dai “Mallardo” ed inizia la sua ascesa all’interno della consorteria criminale.