Incendia la casa della sorella al culmine di una lite, due bimbi ustionati: tunisino ricercato

Incendia la casa della sorella al culmine di una lite, due bimbi ustionati: tunisino ricercato

L’uomo tunisino, attualmente ricercato dalle forze dell’ordine, ha incendiato l’abitazione cercando di uccidere la donna, il marito e i due bambini. Corsa in ospedale


anziana

RAGUSA – Questa notte, intorno alle 2.30, un uomo tunisino ha incendiato l’abitazione della sorella, in piazza dell’Unità, a pochi passi dall’ex chiesetta della Trinità, a Vittoria (Ragusa).

Stando a quanto appreso nelle ultime ore, a causa delle fiamme alte, la donna, il marito e i due figli sono rimasti gravemente ustionati. Attualmente sono tutti ricoverati in ospedale per le cure mediche. Le condizioni di salute sarebbero gravi.

Choc a Ragusa, il caso

Come anticipato, ad appiccare il fuoco è stato un uomo – originario della Tunisia – fratello della donna che viveva nella casa con la sua famiglia. L’uomo era ospite della sorella quando, dopo un litigio, ha dato a fuoco allo stabile cercando di uccidere la donna, il marito e i due bambini.

Ora l’uomo è ricercato dalla Polizia.

Pare che il rogo sia stato appiccato utilizzando una torcia con uno straccio imbevuto di liquido infiammabile. Successivamente, avrebbe utilizzato diversi copertoni raggruppati davanti alla casa a cui ha dato fuoco.

Indagini in corso su quanto successo nella notte appena trascorsa.