Manomette la caldaia per obbligare l’ex convivente ad aprire la porta, arrestato 43enne per atti persecutori

Manomette la caldaia per obbligare l’ex convivente ad aprire la porta, arrestato 43enne per atti persecutori

Si è recato nei pressi dell’abitazione della donna con atteggiamento molesto ed in evidente stato di alterazione psicofisica


TARANTO – I Carabinieri della stazione di Laterza (Taranto) hanno arrestato in flagranza di reato e posto ai domiciliari un 43enne per resistenza a pubblico ufficiale ed atti persecutori perpetrati a danno dell’ex convivente.

Secondo quanto raccontato dai militari dell’Arma, l’uomo si sarebbe recato nei pressi dell’abitazione della donna cercando, con atteggiamento molesto ed in evidente stato di alterazione psicofisica, di avere un contatto con l’ex convivente, arrivando addirittura a cercare di manomettere la caldaia dell’abitazione pur di spingerla ad uscire di casa.

L’intervento dei Carabinieri è scattato a seguito della richiesta telefonica della donna. I militari, giunti sul posto, hanno bloccato il 43enne che ha inveito nei loro confronti cercando in tutti i modi di sottrarsi all’identificazione, arrivando a spintonarli e cercare di scappare.

In seguito alla perquisizione, è stato trovato in possesso di un grammo di cocaina e, per questo, segnalato alla Prefettura.