Ottantenne spara alla moglie e poi chiama i soccorsi: “L’ho uccisa perché era troppo malata”

Ottantenne spara alla moglie e poi chiama i soccorsi: “L’ho uccisa perché era troppo malata”

L’uomo avrebbe raccontato di aver raggiunto la moglie con un colpo di pistola perché logorato dalla grave malattia della donna


Ha sparato alla moglie e l’ha uccisa, poi ha atteso l’arrivo della polizia. Tragedia intorno a mezzanotte e mezza in un’abitazione ad Arezzo in viale Giotto. L’uomo, 80enne, avrebbe raccontato di aver raggiunto la moglie con un colpo di pistola perché logorato dalla grave malattia della donna, una 72enne che da tempo era affetta da Alzheimer e che il marito avrebbe fatto fatica ad accudire. Lui stesso ha chiamato i soccorsi.

Sul posto sono arrivate ambulanze del 118 e la polizia di Stato. L’ottantenne è stato portato sotto choc in questura ad Arezzo. L’arma utilizzata per l’omicidio era regolarmente denunciata.