PD, Lello Topo al Parlamento Europeo con 130mila voti: 5 gli eletti che segnano la rinascita del partito

PD, Lello Topo al Parlamento Europeo con 130mila voti: 5 gli eletti che segnano la rinascita del partito

Un successo elettorale per i Dem che si rilanciano e si preparano ad un ruolo di primo piano nel panorama politico europeo


EUROPEE – Le elezioni per il Parlamento Europeo appena concluse segnano un momento di forte ripresa per il Partito Democratico che in Italia riduce il gap con Fratelli d’Italia ed al sud conquista lo scranno di primo partito. Questo successo elettorale permette al PD di rilanciarsi e di rispondere efficacemente alle esigenze degli elettori. Con una squadra forte e collaborativa, il PD si prepara a giocare un ruolo di primo piano nel panorama politico europeo.

 Cinque europarlamentari DEM nei banchi di Bruxelles

Sono 5 i seggi ottenuti dal Partito Democratico al Parlamento Europeo. Clamoroso il dato elettorale del sindaco di Bari, Antonio De Caro che ottiene circa 500mila preferenze; dietro di lui la capolista Lucia Annunziata con 240mila voti, Lello Topo con circa 130mila voti; l’uscente Pina Picierno con 122 mila voti e Sandro Ruotolo con circa 112mila preferenze.

L’elezione di Lello Topo porta un rappresentante del territorio di Napoli nord a Bruxelles. Per lui un traguardo significativo che testimonia la dedizione e la tenacia mai sopita neanche in momenti di difficoltà, ma anche l’efficace strategia politica che lo ha portato a costruire un risultato che viene da lontano.

A tal riguardo, di grande importanza il supporto ricevuto da diverse figure politiche storicamente al suo fianco come Mario Casillo e Loredana Raia ed i massicci risultati ottenuti nelle città dove sono sindaci Giorgio Zinno (A San Giorgio a Cremano le preferenze per Topo sono 5.059); Gigi Manzoni (3.504 a Pozzuoli), Nicola Pirozzi (3.180 a Giugliano); Antonio Sabino (1.918 voti a Quarto) e del fondamentale apporto ottenuto nella sua Villaricca dove il PD ha ottenuto il 30% delle preferenze risultando il primo partito in città con il neoparlamentare europeo che ha raccolto circa 1700 voti.

Collaborazioni strategiche e alleanze che hanno rafforzato la campagna elettorale, portando a una sinergia di risorse e idee che hanno amplificato l’impatto complessivo e permesso un risultato tanto ampio.

Elezioni Europee, gli eletti nella circoscrizione Italia meridionale: tutti i nomi