Quali costi gravano sulla gestione di un’auto e come risparmiare

Quali costi gravano sulla gestione di un’auto e come risparmiare

È importante valutare tutte le spese


Sia nelle grandi città che nei piccoli paesi, avere un mezzo di proprietà è di grande aiuto. Nonostante i numerosi piani per il trasporto pubblico, infatti, i frequenti scioperi, il maltempo o il servizio non capillare mettono in difficoltà chi non ha una propria vettura. Così, a partire dai 18 anni e freschi di patente, in molti desiderano acquistare la prima macchina: c’è chi la sceglie usata, chi la condivide con altri familiari e chi preferisce un finanziamento oppure un noleggio a lungo termine.

Come avrete intuito, però, oltre alle rate è importante valutare tutte le spese che gravitano attorno: dall’assicurazione autovetture che può essere stipulata risparmiando ottimizzando le coperture accessorie e scegliendo un piano ad hoc, all’attenzione sui consumi e molto altro ancora. Scopriamo tutto nel dettaglio.

Risparmiare sulla polizza auto

Tra i costi più importanti che si aggirano attorno alla gestione del veicolo c’è sicuramente l’RC: obbligatoria per legge, viene stipulata per tutelare dai danni causati dalla propria guida in caso di sinistro.

Se la formula base ha un prezzo più basso ma minori coperture, esistono contratti più completi che costano leggermente di più ma garantiscono una protezione a 360 gradi. Il consiglio? Rivolgersi ad una compagnia assicurativa di fiducia per poter stipulare un preventivo su misura in base alle proprie esigenze, alla propria Classe e al proprio stile di guida.

Alcune compagnie danno anche modo di dilazionare il pagamento con il versamento a rate: un plus che risulta particolarmente vantaggioso per evitare un esborso in un’unica tranche più gravosa.

Abbassare i costi del carburante

Il secondo aspetto da valutare? Sicuramente la benzina. Indipendentemente dal tipo di alimentazione scelto, avere un comportamento attento e rispettoso tutela contemporaneamente l’ambiente e il portafoglio.

Se fare controlli regolari aiuta ad evitare spese eccessive e sprechi che vanno a danneggiare l’ambiente, avere una guida efficiente evitando frenate brusche, cambiando le marce adeguatamente e provare a mantenere una velocità costante è di grande aiuto.

Un suggerimento in più? Provate a valutare la condivisione del mezzo: i più trendy lo chiamano car pooling ma altro non è che dividere le spese tra amici e conoscenti per raggiungere un punto comodo per tutti.

Conviene una vettura nuova, usata o a noleggio?

Non c’è una risposta univoca, sicuramente bisogna considerare il proprio stile di vita e le proprie esigenze. Un’auto di proprietà, ha oneri e onori totalmente a carico del proprietario: il costo assicurativo viene calibrato in base al modello e in caso di guasti, si è certamente più tutelati con alcune garanzie disponibili direttamente presso la casa madre di produzione.

Una macchina usata, ha un prezzo iniziale più basso ma spesso dà problemi nel lungo periodo a causa dell’usura: interventi costanti di riparazione e una copertura minore poiché il veicolo ha un valore più basso sono da considerare.

E il noleggio? Alcune aziende offrono il servizio a lungo termine per andare incontro a chi fa molti km ogni settimana e cerca una sostituzione rapida: in quel caso il canone mensile comprende coperture e tutela ma bisogna leggere con attenzione il contratto per capire i dettagli, soprattutto per quanto concerne l’assicurazione.