San Sebastiano al Vesuvio, accoltellò un 19enne dopo una lite: arrestato 22enne

San Sebastiano al Vesuvio, accoltellò un 19enne dopo una lite: arrestato 22enne

Gli provocò uno sfregio permanente al viso. L’aggressione in Piazza Raffaele Capasso a San Sebastiano al Vesuvio


NAPOLI – Il 31 maggio 2024, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Nola nei confronti di un ventiduenne gravemente indiziato del reato di lesioni gravissime.

La misura cautelare è stata emessa all’esito delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Nola e condotte dal Commissariato di P.S. San Giorgio a Cremano in relazione ad una brutale aggressione, a colpi d’arma da taglio, avvenuta la notte del 25 maggio scorso nel comune di San Sebastiano al Vesuvio (NA) ai danni di un diciannovenne.

Nell’occasione, a seguito di un diverbio per futili motivi avvenuto in Piazza Raffaele Capasso a San Sebastiano al Vesuvio (NA), luogo di ritrovo di numerosi giovani, la vittima è stata raggiunta dall’indagato che, armato di un coltello con lama curva di circa 20 cm, ha sferrato diversi fendenti alla spalla ed alla guancia sinistra della persona offesa, provocandole uno sfregio permanente al viso con diagnosi di “ferita da taglio guancia sinistra con interessamento del cavo orale e spalla sinistra”.

L’indagato, in attesa dell’interrogatorio di garanzia, è – allo stato – solamente indiziato del delitto a cui si è sopra fatto riferimento, e la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.