Tensione violenta tra stranieri in Campania: un accoltellamento e un giovane ferito alla testa

Tensione violenta tra stranieri in Campania: un accoltellamento e un giovane ferito alla testa

Notte di violenza nel cuore del centro città con la crescente tensione tra gruppi di stranieri nella regione


SALERNO – Nella mattinata di domenica 23 giugno, nei pressi del bivio di Santa Cecilia di Eboli, una lite tra stranieri è degenerata in un accoltellamento, coinvolgendo un 23enne colpito da diversi fendenti durante la disputa, avvenuta intorno alle 7 del mattino.

Le ragioni dello scontro non sono ancora chiare, ma l’intervento tempestivo dei sanitari del Vopi ha permesso di trasportare il ferito all’ospedale di Battipaglia, dove è stato ricoverato. Le forze dell’ordine sono al lavoro per ricostruire i dettagli dell’accaduto e identificare i responsabili.

Il secondo episodio verificatosi nella notte tra sabato e domenica, riguarda un’altra violenta lite tra stranieri, precisamente in via San Benedetto, nel centro storico di Salerno. Intorno all’una e quaranta, un gruppo di giovani dell’Est europeo ha iniziato a litigare animatamente, armati di bastoni e sampietrini. Durante la rissa, tre uomini hanno attaccato un connazionale, colpendolo alla testa con una pietra. La bagarre ha attirato l’attenzione di alcuni passanti, che hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine.

All’arrivo della pattuglia dei carabinieri, i litiganti si sono dispersi, lasciando un giovane a terra con una vistosa ferita alla testa, ma totalmente cosciente. Medicato sul posto e successivamente trasportato al pronto soccorso, dove le sue condizioni non sono risultate gravi, la vittima dovrà decidere se sporgere denuncia contro i suoi aggressori, probabilmente conoscenti.