Torre del Greco, pirata della strada investe e uccide Lulù: era la gatta adottata dal quartiere

Torre del Greco, pirata della strada investe e uccide Lulù: era la gatta adottata dal quartiere

Una ragazza ha provato a fermare l’auto rischiando a sua volta di essere investita


TORRE DEL GRECO – “Quella feccia non si è nemmeno degnata di fermarsi a prestare soccorso e ha rischiato pure di investire una ragazza”. È questo il succo della segnalazione inviata dai residenti di un quartiere di Torre del Greco al deputato Francesco Emilio Borrelli dopo la morte della gatta Lulù, randagia adottata dal quartiere e morta dopo essere stata investita la scorsa notte.

La povera gatta stava attraversando quando un’auto a tutta velocità l’ha travolta uccidendola: “Si chiamava Lulù – dicono – ed era una randagia adottata dal quartiere. Tutti la conoscevano e le davano da mangiare. Come si vede dal video, la ragazza del pub, che ci ha gentilmente fornito le immagini per poter andare a sporgere denuncia, ha anche tentato di fermare l’auto alzando la mano, rischiando di rimanere ferita a sua volta: ovviamente, la feccia umana non si è nemmeno degnata di frenare e prestare soccorso alla gatta”.

“Come si vede dalle immagini – scrive Borrelli – quel delinquente andava molto veloce, così come anche le auto che lo hanno preceduto, in una strada, tra l‘altro, abbastanza stretta. Corrono sempre di più, sprezzanti del pericolo e della vita altrui. Lì poteva esserci un bambino: ora basta, bisogna fermarli”.