Truffa del falso incidente nel napoletano: anziana derubata di 14.500 euro, un arresto

Truffa del falso incidente nel napoletano: anziana derubata di 14.500 euro, un arresto

Un uomo di 47 anni è stato arrestato dopo aver truffato un’anziana fingendosi poliziotto e avvocato


vittime

L’episodio risale allo scorso 8 gennaio, in cui il 47enne, fingendosi al telefono un poliziotto e simulando un incidente in cui il figlio della vittima rischiava il carcere, era riuscito a convincere l’anziana madre a consegnare 14.500 euro in contanti a un presunto “avvocato”. L’incidente era, ovviamente, falso e la donna è rimasta vittima di una truffa.

Cinque mesi dopo, a Napoli, i carabinieri della compagnia di Sorrento hanno arrestato il truffatore eseguendo un’ordinanza cautelare in carcere emessa dal GIP del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura. L’accusa è di truffa aggravata dall’età avanzata della vittima e dalla rilevante entità del danno patrimoniale.

Le indagini, condotte dai carabinieri di Massa Lubrense, hanno ricostruito come la vittima fosse stata contattata telefonicamente da una persona che si era finta un poliziotto, facendole credere che il figlio avesse causato lesioni gravissime a una persona in seguito a un incidente stradale. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la donna è stata indotta a credere che, se non avesse pagato una somma di denaro, il figlio sarebbe finito in carcere. Successivamente, un uomo, presentatosi come avvocato, si è recato presso l’abitazione della vittima e ha ritirato i 14.500 euro in contanti.

Grazie alle immagini catturate dagli impianti di videosorveglianza della zona e alle testimonianze della donna, gli inquirenti sono riusciti a identificare il 47enne come il possibile autore del reato.