Finge identità online per abusare di 19enne: 60enne condannato a 4 anni e mezzo

Finge identità online per abusare di 19enne: 60enne condannato a 4 anni e mezzo

L’uomo aveva adescato la giovane con problemi cognitivi costringendola a prostituirsi


SALERNO – Un uomo di 60 anni è stato condannato a 4 anni e mezzo di reclusione per aver adescato una 19enne con problemi cognitivi su un sito di incontri, abusando di lei per sei mesi. L’aguzzino, aveva costruito una falsa identità, presentandosi come un giovane in forma per attirare la ragazza, originaria di Parma. La giovane, già vittima di una situazione familiare difficile, aveva lasciato la sua città per raggiungere Salerno, dove è iniziato il suo calvario.

Dal dicembre 2016 al maggio 2017, la ragazza è stata sottoposta sia a violenze fisiche che sessuali, essendo costretta anche a prostituirsi in un sito di incontri, dove l’uomo organizzava gli appuntamenti con i clienti. La giovane, che dovette sottoporsi a un intervento chirurgico a causa di una malattia contratta per le continue violenze, trovò infine il coraggio di denunciare dopo essere stata ricoverata in ospedale per le percosse subite.

La terza sezione della Corte di Cassazione ha reso definitiva la condanna, dichiarando inammissibile il ricorso del legale dell’imputato. Dopo la denuncia, la ragazza ha trovato ospitalità presso la Caritas diocesana dove cercherà di ricostruirsi una nuova vita.