Giugliano, perseguitava la ex compagna da oltre 5 mesi: scatta il divieto di avvicinamento

Giugliano, perseguitava la ex compagna da oltre 5 mesi: scatta il divieto di avvicinamento

Le indagini dopo la denuncia della donna che temeva per la sua incolumità


GIUGLIANO – Divieto di avvicinamento nei confronti della ex compagna. È il provvedimento applicato a Giugliano dai carabinieri della Tenenza di Quarto Flegreo. I militari dell’Arma come detto hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa con divieto di comunicazione, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su proposta della Procura della Repubblica di Napoli, IV Sezione Fasce Deboli, nei confronti di un soggetto indagato per il reato di atti persecutori.

L’attività investigativa condotta ha permesso di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’uomo al quale viene contestato, alla luce delle attuali risultanze investigative, di aver perseguitato, da febbraio a giugno, la ex compagna. Un atteggiamento, questo, che avrebbe provocato nella donna determinando nella stessa un grave stato di ansia accompagnato dal fondato timore per la propria incolumità, al punto da indurla a modificare le proprie abitudini di vita.

I carabinieri hanno però punto esclamativo all’ennesima, triste storia di questo genere.

L’indagato, va ricordato, è da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino a definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.