Lucia investita e uccisa a 27 anni nel napoletano: a guidare l’auto un vigile urbano

Lucia investita e uccisa a 27 anni nel napoletano: a guidare l’auto un vigile urbano

La donna era sposata e madre di una bimba di 6 anni. L’uomo che l’ha investita aveva assunto alcol ben oltre la soglia consentita


CAMPOSANO (NA) – Il 26enne fermato in stato di ebbrezza dopo aver travolto e ucciso venerdì sera a Camposano la 27enne Lucia Passariello, mentre passeggiava con le due nipotine di 7 e 10 anni rimaste miracolosamente illese, è un dipendente del comune di Portici assunto nella Polizia locale con un contratto di formazione lavoro a tempo determinato e libero dal servizio al momento dell’incidente. Il sindaco, Vincenzo Cuomo, lo ha sospeso dal servizio formulando il cordoglio dell’intera comunità alla famiglia della vittima. Lucia lascia il marito e la figlia di 6 anni.

“Ci troviamo di fronte all’ennesima tragedia causata da criminali di strada che continuano a funestare la nostra comunità. Questa volta la dinamica è ancor più dolorosa perché al volante in stato di ebbrezza, secondo i primi rilievi degli investigatori, si sarebbe trovato proprio un dipendente della Polizia locale di Portici libero dal servizio. Vale a dire una persona in divisa che dovrebbe combattere i criminali di strada. Questo è un punto di non ritorno che sottolinea drammaticamente quanto ci sia da fare, subito, in termini di prevenzione e inasprimento delle pene nei confronti di chi si mette al volante in stato di alterazione togliendo la vita al prossimo con il suo comportamento delinquenziale. Bene ha fatto il primo cittadino di Portici a sospendere il dipendente ad horas in attesa delle verifiche. Se confermate le prime verifiche, la vittima è stata scaraventata oltre un muro alto 1 metro e mezzo a testimonianza della velocità sostenuta della vettura in un centro urbano, ci aspettiamo pene esemplari per chi era alla guida. Alla famiglia di Lucia giunga il mio cordoglio e la certezza che seguiremo questa vicenda fino a quando giustizia non sarà fatta”. Queste le parole del deputato di Alleanza Verdi – Sinistra Francesco Emilio Borrelli.