Maxi blitz a Roma, arrestati figli ex boss Magliana e Senese: sequestro di oltre 131 milioni di euro

Maxi blitz a Roma, arrestati figli ex boss Magliana e Senese: sequestro di oltre 131 milioni di euro

Secondo le accuse, gli indagati, a vario titolo, facevano parte di due associazione mafiose che si occupavano di riciclaggio, autoriciclaggio, estorsioni, usura


ROMA – Nella maxi operazione di oggi, martedì 9 luglio, sono finiti in manette anche il figlio dell’ex storico esponente della banda della Magliana, Enrico Nicoletti, e il figlio di Michele Senese, ritenuto il capo della camorra nella Capitale.

Il blitz eseguito dagli uomini della Dia e della Dda di Roma, nello specifico, ha portato a 18 misure cautelari, 57 indagati e al sequestro di 131 milioni di euro.

A finire in manette anche il produttore cinematografico Daniele Muscariello, il manager musicale Angelo Calculli, Roberto Macori e Salvatore D’Amico.

Le indagini

Nell’indagine avviata nel marzo 2018 dalla Direzione investigativa antimafia, sono stati raccolti elementi indiziari sull’esistenza di due distinte organizzazioni criminali che “riciclavano ingenti profitti, infiltrando progressivamente attività imprenditoriali in apparenza legali operanti in molteplici campi” come “la cinematografia, l’edilizia, la logistica, il commercio di autovetture e di idrocarburi”.

In una nota della Procura di Roma si legge che i soggetti avevano creato una vera e propria centrale di riciclaggio e agevolavano i clan della camorra e della ‘ndrangheta.