Napoli, 7 intossicati per un latte di mandorla offerto da uno sconosciuto: è caccia all’uomo

Napoli, 7 intossicati per un latte di mandorla offerto da uno sconosciuto: è caccia all’uomo

Due gli episodi: in ospedale prima la titolare di una genepesca con figlia e dipendente, poi 3 commesse di un discount


NAPOLI – Ieri pomeriggio i carabinieri della compagnia di Napoli Stella sono intervenuti presso il Pellegrini per la segnalazione di tre persone intossicate. Si tratta del titolare di una genepesca in via Foria, di sua figlia e di una commessa: i 3 si Sarebbero sentiti male dopo aver ingerito del latte di mandorla offerto da uno sconosciuto. Dopo le cure del caso, sono stati dimessi.

Qualche giorno fa, stesso copione. I carabinieri sono intervenuti nuovamente al pronto soccorso dell’Ospedale Pellegrini dove quattro donne di 49, 22, 20 e 29 anni, tutte commesse di un discount di Piazza Poderico, erano state trasportate in ospedale per una presunta intossicazione.

Anche in questo caso, si sarebbero sentite male dopo aver ingerito del latte di mandorla portato nel negozio da un uomo: dimesse anche loro dopo le cure ospedaliere.

I carabinieri hanno avviato immediatamente le indagini per verificare se gli eventi siano collegati e per risalire, dunque, al responsabile.