Napoli, caos nel carcere minorile di Nisida: detenuti appiccano incendio e aggrediscono infermiere

Napoli, caos nel carcere minorile di Nisida: detenuti appiccano incendio e aggrediscono infermiere

Uno dei sanitari è stato colpito da una vera e propria sassaiola messa in atto da uno dei rivoltosi


NAPOLI – Caos nel Carcere di Nisida dove alcuni giovani detenuti hanno appiccato un incendio ed aggredito un infermiere.

E’ successo tutto sabato 6 Luglio 2024 alle ore 17:40, quando – come riportato dalla pagina Facebook “Nessuno Tocchi Ippocrate” – da quanto ci viene riferito si è accesa una rivolta all’interno delle mura del carcere minorile di Napoli, durante la stessa due detenuti hanno appiccato un incendio all’interno delle celle di isolamento che si trovano vicino all’infermiera dell’istituto. Uno dei sanitari è stato colpito da una vera e propria sassaiola messa in atto da uno dei due.

Le guardie penitenziarie hanno fatto di tutto per sedare la rivolta ma anche loro sono state vittime di aggressione.
Chiediamo alla ASL Napoli 1 Centro di intervenire fermamente al fine di salvaguardare la sicurezza del personale sanitario in un posto dove la “sicurezza” la dovrebbe fare da padrone.

Chiediamo inoltre al Direttore dell’UOC di prendere posizione in merito, in quanto la sicurezza degli istituti penitenziari nell’ultimo periodo sta vacillando e noi non possiamo rischiare la vita dopo aver marcato il cartellino, sta aumentando il numero dei medici dimissionari anche nelle carceri partenopee”, conclude NTI.