Uccise il titolare di un negozio a martellate: assolto perché incapace di intendere e di volere

Uccise il titolare di un negozio a martellate: assolto perché incapace di intendere e di volere

Il 25enne nigeriano Robert Olmo dovrà stare almeno 10 anni in una Rems


MONTEFORTE IRPINO – Incapace di intendere e di volere. Quindi non imputabile. Quindi assolto. È questa la decisione dei giudici che riguarda il 25enne nigeriano Robert Olmo, che il 30 luglio 2022, a Monteforte Irpino, in provincia di Avellino, uccise a martellate un negoziante, ferì un altro cliente e prima di essere bloccato, mentre girava per la città, da alcuni operai della zona.

Era a processo per omicidio aggravato da futili e abietti motivi, tentato omicidio con le stesse aggravanti e per il furto dei due martelli: il 25enne entrò nel negozio del 56enne Gao Yuanchen su via Alvanella a Monteforte Irpino, si diresse verso il reparto dove trovò i martelli in esposizione, li prese colpendo prima un cliente, Tsankov Krasimir Petrov, poi lo stesso Gao che morì subito dopo.

Ora per lui è arrivata l’assoluzione da parte della Corte di Assise di Avellino, come si legge su Fanpage, presieduta dal giudice Gianpiero Scarlato: sconterà almeno 10 anni in una Rems, una Residenza sanitaria per l’esecuzione delle misure di sicurezza.