Giugliano, muore a 7 anni di cancro. L’associazione “Childream” organizza torneo in sua memoria

Giugliano, muore a 7 anni di cancro. L’associazione “Childream” organizza torneo in sua memoria

La manifestazione si svolgerà nel mese di gennaio. Coinvolte 6 squadre da tutta la Campania. Il presidente Luca Maisto: “E’ il nostro


La manifestazione si svolgerà nel mese di gennaio. Coinvolte 6 squadre da tutta la Campania. Il presidente Luca Maisto: “E’ il nostro angelo protettivo”

GIUGLIANO – Era il febbraio del 2013 quando il piccolo Francesco Miccinelli smise di parare calci di rigore. Aveva soli 7 anni, un gran talento e giocava per la Chlidream Football Club di Giugliano. A portarlo via dal rettangolo di gioco fu un tumore alla vescica che vanificò due anni di lotte tra ospedali e chemioterapie. Per ricordarlo l’associazione sportiva “Childream” ha organizzato per domenica 3 gennaio, presso il centro  sportivo “Italia 90”, sulla circumvallazione esterna, un torneo di calcio a cui parteciperanno 6 squadre professionistiche da tutta la Campania. Il torneo si svolgerà in un solo giorno e avrà il patrocinio del Comune di Giugliano, dell’associazione Centro Sportivo Fiamma e della FGCI nazionale.

“Due anni fa nel giugno 2013 – ricorda Luca Maisto, presidente della Childream Football Club – facemmo un memorial allo stadio comunale De Cristofaro  in occasione dei festeggiamenti della Madonna della Pace. Francesco era un giovane portiere di grandi prospettive. Nella sede dell’associazione abbiamo la sua immagine nella bacheca dei trofei. Spero che quello di gennaio sia il primo torneo di una lunga serie. E’ importante ricordare a tutti i tesserati che c’era un bimbo che voleva raggiungere il suo sogno, giocare a calcio, un sogno poi spezzato dalla malattia. E’ il nostro angelo protettivo.”

Il padre di Francesco, Daniele, dopo la scomparsa del figlioletto, ha deciso di abbandonare la sua vecchia professione e di aprire un negozio di animali – “Francesco Pet” – che si trova in corso Campano. La scelta è stata fatta per soddisfare le volontà di Francesco, che amava moltissimo gli amici a quattro zampe. Una grande “parata” compiuta dalla famiglia contro le avversità della vita.

GUARDA IL VIDEO: