Schianto in galleria, la famiglia di Salvatore morto a 21 anni: “Ritardi nei soccorsi”

Schianto in galleria, la famiglia di Salvatore morto a 21 anni: “Ritardi nei soccorsi”

“L’ambulanza avrebbe impiegato più di mezz’ora per giungere sul luogo dell’incidente”, dichiara la madre


Salvatore

TERZIGNO – Salvatore Autorino ha perso la vita ieri sera, in un drammatico schianto in galleria sull’autostrada A16. Aveva solo 21 anni, diplomato all’istituto alberghiero, lavorava con il padre, venditore.

LA DINAMICA DELL’INCIDENTE

Salvatore e i genitori stavano tornavano proprio da un mercato rionale, ad Apice, in provincia di Benevento, a bordo del loro furgone. Il mezzo su cui viaggiava la famiglia si è scontrato, con una dinamica ancora da accertare, con un camion che trasportava pomodori.

LA DENUNCIA DELLA FAMIGLIA DI SALVATORE

I genitori del giovane sono ricoverati all’ospedale Moscati di Benevento. La madre prima di essere trasportata in ospedale denuncia un ritardo nei soccorsi. I sanitari del 118 sarebbero arrivati dopo mezz’ora sul luogo dell’incidente. Allo stesso modo anche un cugino della vittima, come riporta cronachedellacampania.it, sostiene che Salvatore sia morto  dissanguato.

Solo l’esame autoptico disposto dal magistrato di turno potrà chiarire le cause del decesso. Le comunità del vesuviano, dove la famiglia Autorino è nota,sono sotto choc e si interrogano sulla pericolosità di quel tratto di galleria. Sia il Tir che il furgone degli Autorino sono stati posti sotto sequestro. Continuano le indagini della polizia stradale per ricostruire al meglio la dinamica dell’incidente.

Salvatore
Salvatore Autorino, morto a 21 anni in un incidente