#Ammazzacaffé – Appuntamento col Cinema: I Girasoli di Sophia

#Ammazzacaffé – Appuntamento col Cinema: I Girasoli di Sophia

Il finale è amaro e triste, perché il sentimento tra i due è forte, ma non può più viversi


#AMMAZZACAFFE’ – L’amore è stato narrato in disparate forme attraverso libri, prose di vario genere e film. C’è una pellicola – che forse più di tutte – è dedicata ad un concetto di sentimento mai spento: “i Girasoli” di Vittorio De Sica. Sullo sfondo la Seconda Guerra Mondiale e la campagna degli italiani in Russia. Marcello Mastroianni perde la memoria e non ricorda più niente del suo passato.

La moglie, interpretata da Sophia Loren, sente che non è morto e non si rassegna all’idea di ritrovarlo. La disperazione la prende tutta nel momento in cui riesce a ritrovarlo, in Russia, con una moglie ed una famiglia. Nel frattempo gli anni sono trascorsi: Sophia ha un nuovo amante ed un’altra vita nell’Italia del Boom. A nulla serve il ritorno del suo uomo, d’un tratto rinsavito.

Il finale è amaro e triste, perché il sentimento tra i due è forte, ma non può più viversi più in un mondo oramai diverso, in due vite distanti e cambiate. Il titolo del film è una metafora: sulle grandi distese di terra sovietica su cui sono caduti cadaveri e cadaveri di valorosi uomini ora nascono i girasoli.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage