Bimbo di due anni ucciso, il padre confessa: “Non dormivo e l’ho picchiato”

Bimbo di due anni ucciso, il padre confessa: “Non dormivo e l’ho picchiato”

Questa la motivazione raccolta dagli investigatori


MILANO – “Non riuscivo a dormire, mi sono alzato dal letto e l’ho picchiato”. Queste le parole di Aliza Hrustic, l’uomo di 25 anni che ha ammesso di aver ucciso suo figlio di 2 anni, all’interno del suo appartamento in via Ricciarelli 22, nella zona San Siro di Milano. 

L’uomo è stato fermato questo pomeriggio con l’accusa di omicidio volontario aggravato dal maltrattamento e dalla minore età della vittima. Il 25enne, nato a Firenze e di origine croata come la moglie, si era reso irreperibile dopo la chiamata al 112 fatta stamattina per comunicare che il suo bambino stava molto male, ma è stato rintracciato e bloccato dagli agenti. 

Sul corpo del bimbo sono stati trovati evidente segni di violenza e pare fosse anche legato al momento dell’arrivo dei poliziotti. La madre del piccolo, Silvija Z, giovanissima pure lei, ha già cinque figli ed è incinta del sesto. 

LEGGI ANCHE 

Bimbo di 2 anni legato ed ucciso di botte in casa: fermato il padre dopo la fuga