Giugliano, Francesco Iovinella il più votato in città: superata la quota record di 1500 preferenze

Giugliano, Francesco Iovinella il più votato in città: superata la quota record di 1500 preferenze

Il candidato di Italia Viva nella coalizione a sostegno di Antonio Poziello si riconferma in assise


GIUGLIANO – Con le oltre 1500 preferenze conquistate sotto il simbolo di Italia Viva nella coalizione di Antonio Poziello, Francesco Iovinella è stato l’autentico mattatore delle amministrative di Giugliano. Solo Luigi Sequino è riuscito come lui a superare, seppur di una manciata di voti, la fatidica quota mille che invece Iovinella ha varcato senza problemi, arrivando praticamente a doppiare o triplicare tutti i “big” della politica locale. Iovinella torna dunque in consiglio comunale dopo la prima esperienza tra le fila della maggioranza targata Poziello.

In attesa di eventuali riconteggi, l’impressionante dato di 1531 voti migliora notevolmente il seppur lusinghiero dato di 862 ottenuto cinque anni fa nella lista Giugliano Libera, a testimonianza di una crescente popolarità che Iovinella ha conquistato tra i concittadini e nonostante l’attuale tornata elettorale abbia visto un inedito numero di partecipanti, 760 distribuiti in 25 liste, che di certo hanno frammentato il voto provocando non poche sorprese in fase di scrutinio.

43enne architetto, marito e padre di due bambine, impegnato nell’associazionismo cattolico, Francesco Iovinella durante la prima esperienza consiliare è stato capogruppo di Giugliano Libera e presidente della IV Commissione Consiliare Permanente, quella relativa a Vivibilità e Mobilità, temi su cui si è concentrata maggiormente la sua azione amministrativa con riferimento particolare all’urbanistica.

Francesco ad inizio anno ha deciso di aderire ad Italia Viva che lui ha definito “una casa giovane, innovativa, femminista e soprattutto riformista”. Sicuro dell’approdo in consiglio comunale visto il successo elettorale, in caso di vittoria della sua coalizione potrebbero essere maturi i tempi per vedergli compiere un nuovo passo avanti rappresentato dalla presidenza del consiglio comunale o da un assessorato di peso.