Ridateci il Napoli, possibilmente tra tredici giorni

Ridateci il Napoli, possibilmente tra tredici giorni

Suonano campanelli d’allarme in casa Napoli. Gli azzurri, dopo la sconfitta contro il Villareal, perdono pesantemente anche contro il Lille.


Suonano campanelli d’allarme in casa Napoli. Gli azzurri, dopo la sconfitta contro il Villareal, perdono pesantemente anche contro il Lille.

In queste ultime due partite prima della ripresa della stagione la squadra di Spalletti è sembrata lontana parente di quella compagine che, in quattro mesi, aveva entusiasmato l’Europa intera.

Sette gol subiti. Troppi, anche per partite amichevoli. Napoli sfibrato, lungo e spesso confusionario. I carichi di lavoro certamente pesano. Le assenze anche. Ma queste due sconfitte, sicuramente, fanno scattare qualche preoccupazione.

Negli occhi di tutti, però, c’è ancora quella squadra che si imponeva con sfrontatezza contro tutti, all’interno di un meccanismo perfetto. E siamo certi, o almeno vogliamo sperare, che quel Napoli ritornerà a brillare il 4 gennaio contro l’Inter.

Questo Napoli è troppo brutto per essere vero. Il mantra, quindi, continua ad essere sempre lo stesso: “È solo un’amichevole”.

Preoccupati? Il giusto. Disperati? Anche no. Ma nel dubbio meglio essere chiari: tra tredici giorni ridateci il vero Napoli.