Ritrovata “Dalmin”, la barca appartenuta a Diego Armando Maradona: era tra i vigneti nel Falerno

Ritrovata “Dalmin”, la barca appartenuta a Diego Armando Maradona: era tra i vigneti nel Falerno

L’attuale proprietario è Francesco Avallone, ex avvocato del Pibe de Oro


CAMPANIA – La leggendaria barca appartenuta a Diego Armando Maradona è stata ritrovata. Si tratta di un’Exception di quattordici metri, scelta personalmente dal campione argentino nei cantieri Tullio Abbate del Lago di Como. È stato il giornalista Michelangelo Iossa a riportare alla luce quello che rappresenta un vero e proprio pezzo di storia tra i vigneti del Falerno, in provincia di Caserta. Maradona aveva battezzato la barca “Dalmin” in onore della sua primogenita. Attualmente, la barca appartiene alla famiglia Avallone, con Francesco Avallone, ex avvocato di Maradona, che ne è l’attuale proprietario e che l’ha messa in vendita.

“Dalmin” fu un esemplare unico, costruito su espressa richiesta del Pibe de oro il quale chiese di personalizzare con il colore azzurro gli interni del motoscafo, in omaggio al suo Napoli.

Su quel motoscafo Maradona visse le sue estati nel Golfo di Napoli, raggiungendo Capri, Procida, Ischia e, soprattutto, celebrò il secondo scudetto del Napoli, conquistato nel 1990.