Abbronzatura 2013, come evitare scottature e proteggersi dal sole

Abbronzatura 2013, come evitare scottature e proteggersi dal sole

HINTERLAND – Si dice sia stata una celebre stilista francese, Coco Chanel, nel 1923 a rendere popolare tra le donne aristocratiche l’abbronzatura, per anni considerata il segno identificativo della classe contadina costretta a lavorare nei campi. Da allora il mito di una pelle ambrata resiste ancora oggi, soprattutto nelle nostre società, ed è ben radicato nell’immaginario collettivo.


Arriva il momento della spiaggia, dell’abbronzatura (quasi) a tutti i costi e delle giuste e utili raccomandazioni che gli esperti ci danno per non mettere a rischio la nostra salute. A sentir parlare i bagnanti dell’hinterland che, ogni anno si riversano sul litorale domitio, emerge quanto ferrati e preparati siano sui migliori metodi da utilizzare in questa calda stagione, per un’abbronzatura perfetta.

Quasi tutti ormai conoscono l’importanza delle carote, della frutta rossa, dei pomodori che contengono il beta-carotene, precursore della vitamina A, quella sostanza che insieme alla melanina ci aiuta ad ottenere un bel colorito estivo ed in tempi più rapidi. C’è chi non è molto prudente con i raggi solari: “Ogni anno commetto lo stesso errore, in quanto avida di sole non mi proteggo e puntualmente mi brucio, dopo anni di scottature mi ritrovo, maggiormente, le zona del ventre e del petto cosparse di macchie solari. Mia madre mi ricorda sempre che soprattutto nei primi giorni di mare bisogna abituare progressivamente la pelle al sole, ma io puntualmente non lo faccio”.

L’abbronzatura superficiale dei primi giorni è dovuta alla quantità di melanina subito disponibile ma è destinata a sparire rapidamente, soltanto dopo una settimana comincia a formarsi un’abbronzatura duratura. Evitare, dunque, di stare al sole per un tempo eccessivamente prolungato. I momenti migliori per abbronzarsi sono il mattino fino alle 12 ed il tardo pomeriggio, evitare quindi le ore più calde della giornata. C’è chi, invece, presta molta attenzione alla pelle: “Un segreto fondamentale per poter mantenere più a lungo l’abbronzatura è quello di evitare che la nostra pelle si secchi e dunque si squami precocemente a causa della disidratazione, infatti io bevo molto durante i pasti e nel corso della giornata anche quando mi trovo in spiaggia e in costume porto spesso la borraccia per l’acqua naturale e per idratare la pelle sia del viso che del corpo”.