Gruppo di giovani stava pianificando un agguato con una pistola e una bomba rudimentale

Gruppo di giovani stava pianificando un agguato con una pistola e una bomba rudimentale

La Polizia li ha sorpresi all’interno dell’ingresso di un palazzo. La fuga generale ha insospettito gli agenti che hanno eseguito un controllo più approfondito


NAPOLI – Dopo il sequestro avvenuto sabato, in Vico Cangiani al Mercato, che ha portato all’arresto di un 51enne in possesso di una pistola, un revolver e 120 cartucce, gli agenti della sezione “Volanti” dell’U.P.G., nella notte, sono intervenuti in Via Forcella.

I poliziotti, infatti, nel corso dell’attività di controllo predisposta nel quartiere, nel transitare in Via Forcella, hanno notato una ressa di giovani fermi nell’androne di uno stabile che parlavano tra loro.

I giovani, alla vista della Polizia, tentavano di dileguarsi, circostanza che insospettiva gli agenti che procedevano così ad un controllo.

Le persone sottoposte a controllo risultavano tutte pregiudicate e gli agenti estendevano l’ispezione anche all’interno dello stabile.

Al primo piano, nel vano in cui alloggiava il contatore del gas, i poliziotti scorgevano dei fili, collegati ad un ordigno rudimentale avvolto con del nastro isolante, oltre ad una pistola a tamburo di piccolo calibro, il tutto posto sotto sequestro.

L’ordigno veniva affidato agli agenti della sezione artificieri dell’U.P.G. che provvedevano alla distruzione.

Sono in corso accertamenti tecnico-balistici, da parte della Polizia Scientifica, sull’arma sequestrata