Napoli, prima Arte e poi degrado: devastata l’opera di Jr?

Napoli, prima Arte e poi degrado: devastata l’opera di Jr?

In occasione del Festival Sky Arte l’artista francese ricopre il lungomare di volti. Il progetto Inside Out appare oggi già danneggiato. Tutto previsto?


NAPOLI – Ieri, in occasione del Festival di Sky Arte (5- 7 Maggio), il progetto Inside Out dell’artista francese Jr ha rubato l’attenzione di turisti e cittadini con l’installazione di mille differenti volti da via Partenope fino al Centro Congressi della Federico II.

Un progetto che ha riscosso emozioni, curiosità, perplessità su come l’Arte abbia “invaso” letteralmente la strada, lo spazio, senza chiedere permesso. Una prospettiva nuova, che mette quasi a disagio chi cammina e si ritrova a “calpestare” quei volti sorridenti, smorfiosi, di persone sconosciute o di qualche amico fortunato.

Un progetto che vede la sua fine prima del previsto (o forse no?) lo ritroviamo semi-distrutto già questa notte, lasciando volare pezzi di carta per il lungomare, volti che diventano spazzatura accumulata lungo il marciapiede, persone che volontariamente calpestano qualcosa ancora incomprensibile.

Napoli- lungomare

La strada è fatta per camminare, certo, ma si può passeggiare leggeri senza lasciarsi distruzione alle spalle. Anche la sua fine insegna qualcosa, in un modo che è possibile solo all’Arte.