Litorale domitio: arrestata coppia di spacciatori dopo un inseguimento

Litorale domitio: arrestata coppia di spacciatori dopo un inseguimento

Una volta raggiunti, gli agenti hanno perquisito la vettura. Rinvenuto anche denaro, ritenuto provento di attività illecita


CASTEL VOLTURNO – Nella mattinata odierna agenti la Polizia di Castel Volturno, nell’ambito di servizi straordinari di controllo del territorio,  verso le ore 9,45 odierne, in Castel Volturno traeva in arresto una coppia di spacciatori. James Tunde,  38 anni e Racheal Aghedo, 23 anni, entrambi di nazionalità nigeriana, privi di permesso di soggiorno e con precedenti di polizia, sono stati infatti ritenuti responsabili in concorso  tra loro di detenzione, a fine di spaccio, di sostanza stupefacente, del tipo eroina, porto abusivo di armi ed oggetti atti offendere e resistenza  a Pubblico Ufficiale

La Polizia, nel corso delle operazioni di controllo, in questa via  Domitiana, si poneva all’inseguimento di autovettura Ford Fiesta, il cui conducente non si fermava all’Alt della Polizia intimatogli.

Una volta raggiunta e bloccata l’auto, gli agenti operanti eseguivano perquisizione personale nei confronti sia del conducente, che del passeggero, con esito positivo, in quanto, occultate indosso alla donna sotto la gonna, venivano rinvenuti e sequestrati due involucri di plastica cellofanati di colore bianco contenenti sostanza, che, da successivo esame narcotest, è risultata essere eroina per un peso totale di 77,69 grammi lordi. Inoltre all’interno della   borsa della donna veniva rinvenuta e sequestrata una somma di denaro pari ad euro 365,00 (trecentosessantacinque) suddivisa in vari tagli, verosimilmente  provento dell’illecita attività di spaccio di sostanza stupefacente.

Nella circostanza veniva anche rinvenuto e sequestrato un coltello occultato sotto il sediolino di guida.

Gli arrestati, condotti negli uffici del Commissariato P.S. di Castel Volturno, dopo gli adempimenti di rito venivano associati, il Tunde presso la casa circondariale di S. Maria Capua Vetere e la Aghedo presso il carcere di Pozzuoli a disposizione dell’A.G. procedente, debitamente informata.