Scandalo bimbo disabile, il Pd di Mugnano chiede chiarezza

Scandalo bimbo disabile, il Pd di Mugnano chiede chiarezza

Sono indignata. In un periodo di disagio sociale, economico e politico, dove le problematiche, di qualsiasi genere, avrebbero dovuto unire …. Invece


Sono indignata. In un periodo di disagio sociale, economico e politico, dove le problematiche, di qualsiasi genere, avrebbero dovuto unire …. Invece …  Ahimè, si continua a coltivare il proprio orticello,  a perseguire i propri interessi senza pensare di poter offendere ed urtare la sensibilità di un altro individuo. Questa vicenda è la sintesi di quale sia il livello culturale e il grado di sensibilità delle persone che ci circondano. Ma, oramai, e lo dico con grande tristezza, non mi meraviglia più niente. Una famiglia che vive già un disagio quotidiano per la sindrome di Kanner che ha colpito il loro bambino, deve affrontare anche questa ennesima vicenda assurda. E questi uomini o donne,  cosiddetti politici , che dovrebbero rappresentare le istituzioni e  tutelare i soggetti in questione, invece, si sono prestati a questo ignobile gesto, senza pensare al ruolo rivestito, ma badando esclusivamente a saldare debiti elettorali. Detto questo, il Partito Democratico, del quale sono rappresentante, è distante da questo tipo di logica e chiederà, una volta individuati i soggetti,  le dimissioni dei politici in questione, che, in ogni caso, mi risulta non appartenere al  Partito Democratico. Il sindaco, Giovanni Porcelli, ha dichiarato che prenderà i dovuti provvedimenti,  spero che almeno questa volta mantenga le sue promesse.  Questa vicenda deve accendere i riflettori sulle famiglie ed il loro ruolo nella società di oggi e di domani, anche perché i nostri figli saranno gli uomini e le donne, e perché no, i politici di domani. Inoltre, l’episodio è stato  portato alla ribalta solo grazie alla dirigente scolastica,  ma non rimane un unico episodio isolato. Ho avuto modo di parlare, in questi giorni, con altre mamme che vivono lo stesso disagio e tutti i giorni sono vittime di questi soprusi.  Tutta la nostra solidarietà va alla famiglia del bambino ed alla dirigente scolastica che ha saputo gestire e tutelare il bambino e la sua famiglia. Anche noi del Pd di Mugnano vorremmo che si tutelasse il bambino e si smettesse di strumentalizzare la vicenda come stanno facendo in tanti. Bisogna fare chiarezza, e ci mancherebbe, ma non perdiamo di vista l’obiettivo.

Elisabetta Riccio

Segretario PD Mugnano di Napoli