Taglio del nastro per via Candida. La strada riapre dopo un anno

Taglio del nastro per via Candida. La strada riapre dopo un anno

QUALIANO – Dopo circa un anno dalla chiusura, riapre la via di Candida. Dal 15 settembre 2012, data in cui fu chiusa, la strada ha finalmente riaperto alla circolazione. I lavori sono partiti l’8 luglio dopo interminabili ritardi.


Con conseguente messa in sicurezza e interventi alla rete fognaria, alle caditoie e infine al manto stradale. La collaborazione con i Comuni di Villaricca e Calvizzano, ha portato anche alla divisione delle competenze sui tratti di strada, che vanno da via Santa Maria a Cubito fino al Ponte Surriento. Ha commentato così il sindaco di Villaricca Gaudieri: “Siamo contentissimi di questa riapertura, per un motivo semplice ossia abbiamo restituito dignità ai cittadini di questa zona”.

Anche il primo cittadino di Calvizzano Salatiello è soddisfatto: “Sono particolarmente felice per i cittadini,anche perché c’è stato grande spirito di collaborazione di tutti i sindaci”. Per il tempo in cui il tratto è rimasto chiuso, l’economia locale ha subito gravi danni, ha tenuto a chiarire la fascia tricolore di Qualiano De Luca. “Questa cosa andava fatta perché dovevano essere tutelati coloro che hanno investito nel lavoro i loro risparmi – ha affermato – Questa strada rappresenta una sorta di Circumvallazione Esterna per il tratto qualianese, così che il traffico non si fossilizzi solo nel centro”. Il primo cittadino De Luca ha poi  replicato alle polemiche dei mesi scorsi: “Noi facciamo i fatti, le polemiche le fanno gli altri”.

Per la concessione i Comuni verseranno alla Regione Campania 633,60 euro annui. Dovranno, inoltre, adempire a degli obblighi regionali in merito alla concessione. Tra i quali mantenimento delle norme di sicurezza, divieto di piantare alberi di alto fusto sulle aree concesse, manutenzione dell’area demaniale.