Villaricca, caos buoni libri. Scontro fra Granata e Coscione del centrodestra

Villaricca, caos buoni libri. Scontro fra Granata e Coscione del centrodestra

VILLARICCA – In pericolo la distribuzione dei buoni libri alle  scuole medie. Scatta la polemica tra l’assessore all’Istruzione Giovanni Granata e il consigliere di centrodestra Pino Coscione. Il primo afferma che le responsabilità vanno addossate alla Regione mentre il secondo respinge la tesi e si dice pronto a fare una battaglia consiliare.


L’esponente del centrodestra Coscione, da sempre molto vicino al mondo scolastico, ha manifestato tutta il suo sconcerto per la questione: “In consiglio comunale mi batterò per evitare questo pericolo. Vedo che non c’è impegno per dare le cedole ai ragazzi, che sono il nostro futuro. L’assessore non può incolpare la Regione Campania, perché sono due anni che non ci manda i soldi.  Le cartolerie, infatti, si lamentano ed è normale che abbiano chiuso le porte. Si poteva impegnare anche per trovare un piccolo spazio per un acconto. Non devono scherzare con le scuole. Esiste un problema debitorio di circa 8 milioni di euro con la Regione riguardanti le forniture idriche. Infatti, ci blocca i fondi per Sant’Aniello, per le fogne di via della Libertà ed altro”.

L’assessore respinge ogni tipo di responsabilità: “La Regione non ci ha mandato i fondi dell’anno scolastico 2011-12. Per il 2012-2013 non ci ha inviato nemmeno il piano di riparto, che è l’indicazione della somma da stanziare. In seguito il Comune tiene conto di tali fondi per suddividerli per le cedole librarie, per poi ricevere i soldi in un secondo momento. L’assenza del piano è un fatto gravissimo. Senza i trasferimenti non possiamo liquidare le cartolerie. – denuncia Granata – Abbiamo questi inserito i debiti nel decreto Salvaimprese, ciò non toglie che la Regione ci deve dare delle somme. I debiti riguardanti la situazione con Acqua Campania-Eni è diversa dal discorso dei buoni libri, perché provengono da due tipologie di fondi differenti”.