«Vendo un rene per sfamare i miei figli», annuncio choc di un disoccupato villaricchese

«Vendo un rene per sfamare i miei figli», annuncio choc di un disoccupato villaricchese

VILLARICCA – Disoccupato costretto a vendere un rene perché non riesce a sostenere la propria famiglia. Questa la storia di Giuseppe Cipriani


VILLARICCA – Disoccupato costretto a vendere un rene perché non riesce a sostenere la propria famiglia. Questa la storia di Giuseppe Cipriani residente nel centro storico, costretto dalla sua difficile condizione economica a vivere in una casa di venti metri quadri con moglie e cinque figli. Il distacco della luce elettrica, subito pochi mesi fa, ha influito sul suo stato di disperazione. Peppe già due volte ha denunciato pubblicamente la sua condizione, incatenandosi nel Giugno 2012 ai cancelli del Comune e nel novembre seguente ad un palo dell’ingresso municipale.

«Non riesco più a sfamare i miei figli. Vivo in una casa di circa 20 metri quadri piena di umidità. E’ da molto tempo che ho documentato tutto all’onorevole Raffaele Topo, al Sindaco Francesco Gaudieri, e agli Assessori del PD. Questi signori hanno dimenticato i miei problemi familiari. La mia situazione economica mi costringe a vendere un rene per mettere il piatto in tavola. Chi fosse interessato si può rivolgere ai politici del Pd di Villaricca».

Interpellato dai nostri microfoni il sindaco Francesco Gaudieri ha dichiarato: «Credo che Cipriani faccia un’affermazione che configuri un reato. L’ufficio assistenza ha fatto tutto ciò che era umanamente e socialmente possibile per la famiglia Cipriani. Non versa in una situazione peggiore di molti altri cittadini, alcuni non vengono al Comune per chiedere aiuto. Capisco la disperazione, ma non posso accettare ricatti morali. L’amministrazione continuerà ad alleviare questo stato di disagio».