Camorra, il Riesame annulla definitivamente la richiesta di arresto per Mimì Ferrara

Camorra, il Riesame annulla definitivamente la richiesta di arresto per Mimì Ferrara

Per il Tribunale le dichiarazioni dei pentiti Giuliano Pirozzi e Antonio Iovine non sono attendibili NAPOLI – Con decisione del 9 ottobre


Per il Tribunale le dichiarazioni dei pentiti Giuliano Pirozzi e Antonio Iovine non sono attendibili

NAPOLI – Con decisione del 9 ottobre 2014, depositata solo ieri, la dodicesima sezione del Tribunale del Riesame presieduta dalla dottoressa Teresa Areniello, ha definitivamente annullato l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Ferrara Domenico detto “o’ muccuso”, ritenuto essere dagli inquirenti il reggente dell’omonimo clan egemone a Villaricca. La misura restrittiva era stata emessa l’anno scorso su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica di Napoli dottoressa Maria Cristina Ribeira.

Il provvedimento del Riesame arriva dopo un tortuoso percorso giudiziario che aveva portato ultimamente la Corte di Cassazione a rimettere gli atti al Tribunale della Libertà per una nuova valutazione degli atti di indagine, specie per le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia. Il Presidente estensore della motivazione ha ribadito che le dichiarazioni dei pentiti specie degli ultimi, tra cui Pirozzi Giuliano e Antonio Iovine non sono attendibili.

Per meglio precisare le dichiarazioni del Pirozzi sembrano risultare assolutamente generiche e non confortare da elementi di riscontro esterno, mentre il Iovine viene addirittura giudicato “non credibile”. Nè secondo i giudici del riesame, possono supportare il provvedimento cautelare gli altri elementi di indagine e le numerose dichiarazioni di altri collaboratori che non presentano i requisiti richiesti dalla legge per l’applicazione della misura cautelare carceraria.