Giugliano, Basile (FDI): “il Sindaco rimetta la delega al Bilancio”

Giugliano, Basile (FDI): “il Sindaco rimetta la delega al Bilancio”

Con una lettera, il Consigliere Comunale si chiede il perchè della mancata approvazione per il 2016 nonostante sia stata concessa una proroga di 4 mesi rispetto al termine iniziale


GIUGLIANO – Rimettere la delega al Bilancio da parte del Sindaco, per non averlo presentato nei termini dovuti, nonostante la proroga concessa. A chiederlo è Vincenzo Basile, Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia-AN, con una missiva indirizzata al primo cittadino di Giugliano, Antonio Poziello. Nella lettera si legge quanto segue: “il termine ultimo per la presentazione del Bilancio di previsione da parte degli enti locali era inizialmente fissato per il 3o dicembre. Successivamente vi sono state ben 2 proroghe, una al 31 marzo, l’altra al 30 aprile. Ebbene, non essendo stata in grado l’amministrazione di adempiere ai propri obblighi, riteniamo che ciò sia lesivo della sovranità dell’Ente e dei Consiglieri, facendo venire meno il legittimo ruolo di partecipazione, discussione, proposte ed emendamenti che ad essi la legge assegna per esercitare democraticamente il proprio mandato per il benessere del paese, nei tempi e nei modi che le leggi riconoscono. Pertanto chiediamo i motivi per cui la giunta comunale non ha provveduto all’approvazione del bilancio di previsione 2016 e le date entro le quali i dati ad esso attinenti verranno messi a disposizione dei consiglieri comunali, della commissione e quando ci sarà un consiglio comunale apposito per definire tali tematiche”.

Nelle ultime righe, l’attacco diretto al Sindaco Poziello: “Il Sindaco rimetta la delega al bilancio per violazione dei diritti dei consiglieri comunali che hanno il compito precipuo di partecipazione-discussione-proposte ed emendamenti di approvazione del Bilancio. Quali provvedimenti intende prendere il dirigente dell’Ufficio  preposto alla stesura del Bilancio. nel caso emergano responsabilità in capo all’Ufficio in questione?”.